Chi è di scena

Chi è di scena

Chi è di scena(Clicca per le origini del progettoè un'iniziativa di formazione finanziata dalla Regione Lazio in partenariato con Il Baule dei Sogni con l'obiettivo di formare Attori Teatrali nel settore dello spettacolo dal vivo. Il Progetto, basato su di un approccio pluridisciplinare ed olistico, mette al centro dell’intervento l’allievo in quanto parte attiva, consapevole e responsabile del proprio sviluppo professionale, per fargli acquisire competenze tecniche e relazionali specifiche. Vengono proposte e sperimentate le tecniche più efficaci della recitazione moderna e si realizzano momenti di cimento (rappresentazioni) utili a testare le competenze acquisite e consolidare le tecniche apprese.  Vengono realizzate alcune mobilità presso realtà teatrali italiane, un periodo di stage e una prova finale, utile anche ai fini della valutazione delle competenze acquisite. Allo scopo di dotare gli allievi delle competenze necessarie ad interagire in modo competitivo con il mercato dello spettacolo, il progetto fornirà ai partecipanti competenze atte a qualificarne la professionalità, anche relative al marketing territoriale e di settore,   all’organizzazione ed alla gestione dei rapporti nei gruppi di lavoro, alla comunicazione, alla sicurezza ed alle normative riguardanti la professione di attore teatrale. La partecipazione in veste di autorevoli docenti di diverse figure di chiara fama, la previsione di diverse importanti esperienze esterne, le due di mobilità, una in Sicilia, Regione firmataria del Progetto Sipario promosso dalla Regione Lazio, l’altra in Toscana, l’integrazione di competenze manageriali ed auto imprenditoriali, sono fra gli elementi maggiormente qualificanti questo progetto.

Obiettivo Occupazione

Obiettivo Occupazione

Il progetto proposto dall’associazione Per Formare e dal Comune di Ladispoli. L’obiettivo generale del progetto è stato quello di valorizzare e rafforzare le competenze in possesso degli immigrati. Tale obiettivo è stato perseguito attraverso un’azione di contrasto e riduzione dei rischi di esclusione della popolazione immigrata, con particolare riferimento a quella di recente immigrazione, legati ad una insufficiente conoscenza della lingua italiana e delle principali leggi che regolano il funzionamento della vita sociale in Italia, al fine di favorirne l’integrazione sociale e lavorativa.Obiettivi specifici sono stati quelli di portare gli allievi ad acquisire una conoscenza della lingua italiana corrispondente almeno ad un livello A2, in base al Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, trasferire agli allievi una conoscenza di base dell’impianto giuridico italiano e delle norme di diritto del lavoro e pari opportunità che permetta di acquisire la consapevolezza dei propri diritti e doveri, far incontrare persone con provenienza e problematiche diverse e farle dialogare sempre meglio tra loro, attraverso una maggiore conoscenza della lingua italiana, preparare le persone ad affrontare in maniera autonoma e più efficace, l'attuale mercato del lavoro al fine di creare nuove opportunità di inserimento lavorativo, stimolare gli allievi all’autoapprendimento, mettendo a disposizione la piattaforma UniTusmoodle.

Donne immigrate e impresa sociale: un nuovo modello per l’autoimprenditorialità

Donne immigrate e impresa sociale: un nuovo modello per l’autoimprenditorialità

Il progetto proposto da Per Formare e Lacofin srl è stato rivolto a Donne immigrate da inserire nel mercato del lavoro nell’ambito del segmento delle “imprese sociali”, prevalentemente attraverso l’avvio di nuove attività imprenditoriali. Il percorso si è prefisso l’obiettivo di fornire a donne immigrate gli strumenti per affrontare i temi gestionali di una impresa sociale. Il progetto ha previsto, come attività base, un’articolata azione formativa (160 h) in materie economico - aziendali e in diritto. Nella fase d’aula, è stato seguito un percorso personalizzato di orientamento al lavoro e consulenza per l’autoimprenditorialità. L’attività individuale è stata affiancata da 4 seminari tematici da 5 h ciascuno con testimonianze sulle principali criticità e punti di forza delle imprese sociali nonché su esperienze di successo.

PRISMA

 

PRISMA

L’intervento di sistema denominato “PRISMA”, , è stato realizzato da Per Formare (capofila dell’ATS) e Consilia CFO con lo scopo di monitorare le attività di formazione realizzate nelle altre misure ADA (1,2 e 3) finanziate dalla Provincia di Roma ed identificare modelli e .
Il progetto “PRISMA”, Provincia di Roma Intervento di Supporto, Monitoraggio ed Accompagnamento, realizzato da Per Formare Associazione (capofila) e Consilia CFO, è un intervento di supporto, monitoraggio ed accompagnamento alla Provincia di Roma delle attività finanziate sugli Assi 1,2 e 3 OCCUPABILITA’-Progetto Obiettivo, rivolto a lavoratori e disoccupati Over 40.
Il progetto, che si concluderà a Dicembre 2011, è strutturato in 4 azioni:

  • Azione A – Supervisione Metodologie di orientamento e Bilancio delle Competenze
  • Azione B – Supervisione attività di outplacement e start-up d’impresa
  • Azione C – Implementazione dell’anagrafica sulla formazione continua
  • Azione D – Supporto per lo sviluppo delle funzioni di promozione e marketing dei servizi dei CPI.

L’azione A ha supervisionato le metodologie di Bilancio delle Competenze (BdC) e di orientamento adottate dagli enti attuatori negli interventi che hanno visto coinvolti i dipendenti ultraquarantenni (atipici, cassaintegrati ed a rischio di marginalizzazione professionale) di imprese della provincia di Roma. Sono state elaborate Linee guida di  Orientamento e Bilancio di Competenze. L’azione B ha realizzato una supervisione delle azioni di outplacement attuate a valle dei progetti approvati ADA2 e del modello di creazione di impresa presente nei progetti della stessa linea. L'analisi ha messo in evidenza le politiche aziendali che favoriscono il diversity management con particolare riguardo alle prassi rivolte al genere e alla seniority. L’azione C è stata finalizzata all’implementazione dell’anagrafica dell’Osservatorio provinciale della Formazione Continua con i dati dei soggetti coinvolti negli interventi aziendali realizzati sulle linee ADA1, ADA2 ed ADA3. L’azione D  ha previsto attività di supporto allo sviluppo delle funzioni di promozione e marketing di servizi dei CPI rivolti alle aziende per permettere loro di giocare, anche per la fascia ADA ed ha predisposto un Vademecum  delle modalità di approccio verso le imprese. Nell’azione D è stata anche realizzata una ricerca contenuta nel volume “Le politiche a favore degli over. Il ruolo e le funzioni della provincia e dei suoi servizi per il lavoro”.

altri progetti 2012...

Progetto Over40 Scardellato

Il progetto “Over40@Scardellato” ha risposto ai fabbisogni formativi dei lavoratori over 50 della Scardellato Ingegneria della sicurezza S.r.l. di Roma per contrastare il rischio di marginalizzazione. Il progetto ha aggiornato altresì le conoscenze dei lavoratori aged in merito al benessere organizzativo ed allo stress lavoro-correlato favorendo l’apprendimento di metodi di lavoro e di tecniche di analisi per accrescere la collaborazione in azienda e favorire l'elaborazione di proposte di miglioramento organizzativo. Il progetto ha previsto un modulo informativo/formativo specifico sulle Pari Opportunità.

 

Progetto Stabilizzazione e crescita – C'ART

Il Progetto “Stabilizzazione e Crescita” proposto dall’azienda C’ART SpA ha avuto come obiettivo quello di sviluppare le competenze dei lavoratori e delle lavoratrici che sono oggetto di un piano di stabilizzazione a tempo indeterminato sia di tipo strumentale/tecnico sia di tipo relazionale, supportando la crescita dimensionale e occupazionale dell’azienda, la cui politica aziendale è orientata al miglioramento continuo degli standard professionali, del clima aziendale, del benessere organizzativo.

NEWS

Corso di CRM gratuito - iscrizioni fino …

17-11-2017

Per Formare propone un corso di formazione gratuito a persone con...

Rimini ospita 'Ecomondo', fiera della gr…

30-10-2017

  Il concetto cardine della edizione 2017 di 'Ecomondo' e 'Key...

BANDO START-UP DEDICATO ALL’ECONOMIA CIR…

06-10-2017

  La Fondazione Bracco, con il Comune di Milano e l’incubatore...

Rapporto ASviS 2017

28-09-2017

  Presentazione Rapporto ASviS 2017[1] L’ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile) ha...

A proposito di società 5.0

27-09-2017

    L'associazione giapponese degli industriali (Keidanren) diffonde il concetto di “Società...

Il mercato del Lavoro in Italia

13-09-2017

  Cresce l'occupazione, soprattutto a tempo determinato, in calo le trasformazioni...

Festival della Sostenibilità dal 6 al 10…

07-09-2017

  Dal  6 al 10 settembre 2017 presso EUROMA2 è in corso l’ECO...

Contratto di Ricollocazione "Genera…

06-09-2017

    È partito ufficialmente il Contratto di Ricollocazione “Generazioni”, percorso di...

Opportunità di formazione in UK per oper…

04-09-2017

    l’APS Futuro Digitale (Informagiovani del Comune di Cori) comunica che è...

Nuove linee guida sui tirocini formativi…

23-07-2017

Leggi in allegato le nove Linee Guida in materia di...

In crescita il lavoro in ambito sociale,

18-07-2017

  ma i giovani ne beneficiano meno. E’ quanto emerge dall’Indagine 2017...

L'industria 4.0 italiana cresce del 25% …

17-07-2017

  Ancora basso il livello di diffusione delle competenze digitali nonostante il mercato...

Giovani tra i 30 e i 39 senza lavoro, da…

07-07-2017

La Regione Lazio prosegue la strada del “contratto di ricollocazione”...

Italia 24esima per progresso sociale

04-07-2017

Per il Social Progress Index l'Italia è al 24esimo posto Libertà...

Oltre 62 mln di € per l'accesso al credi…

03-07-2017

Presentazione di Fare Lazio il 4 luglio a Roma dal titolo...