Mercoledì, 06 Settembre 2017 08:26

Contratto di Ricollocazione "Generazioni" ai nastri di partenza

  • Condividilo su:

 

 

È partito ufficialmente il Contratto di Ricollocazione “Generazioni”, percorso di accompagnamento al lavoro rivolto a disoccupati/e e inoccupati/e under 40, residenti nella Regione Lazio. Qualche giorno ancora è invece necessario per procedere al caricamento delle domande sul sistema (via effettivo previsto per l' 8 settembre).

La misura di politica attiva, quindi del tutto gratuita, prevede oltre ad attività di orientamento e analisi delle competenze (24 ore), il percorso di accompagnamento intensivo al lavoro sia subordinato (da 36 a 93 ore), che autonomo (da 36 a 76 ore), ma anche formazione (da 30 a 100 ore per gli autonomi – da 30 a 150 ore per i subordinati) con l’attivazione di percorsi aggiornamento professionale e la possibilità di effettuare tirocini extracurriculari (durata da 1 a 3 mesi).

Per le aziende che assumono i lavoratori, iscritti al contratto di ricollocazione, è previsto un bonus occupazionale fino ad € 8.000 (clicca per visualizzare l’entità del bonus in rapporto alla tipologia del contratto e del monte orario settimanale).

Gli interessati potranno iniziare a inviare in via telematica la loro domanda di partecipazione con qualche giorno di ritardo rispetto alla prevista data del 4 settembre (per problemi tecnici il sistema resterà in manutenzione fino a giovedì 7 settembre) scegliendo una Agenzia per il Lavoro accreditata. 

L’adesione dovrà essere effettuata esclusivamente in modalità telematica, previa registrazione sul sito   http://www.regione.lazio.it/SistemaInformativoLavoro/home/  

I requisiti per aderire sono: essere residenti nel Lazio, avere un’età compresa tra i 30 e 39 anni, essere privi di lavoro. La misura è a “sportello” ovvero sarà attiva fino a esaurimento delle risorse disponibili (il CdR è attivo fino al 30 settembre 2019). Più in dettaglio i candidati dovranno indicare:

- di essere residente nel Comune di _______________ provincia ____; o se cittadino non comunitario: di essere in possesso di regolare permesso di soggiorno presso il comune di___________________ che consente attività lavorativa.

- di essere privo di impiego e o in cerca di prima occupazione; o in alternativa o in cerca di nuova occupazione;

- di non essere titolare di una P.IVA o in alternativa o di essere titolare della P.IVA n:_________________. In tal caso dichiara che detta P.IVA non è stata movimentata nei 12 mesi antecedenti alla data odierna;

- di non essere impegnato in altre misure di accompagnamento al lavoro realizzate con il finanziamento di programmi regionali o nazionali a valere sul POR Lazio FSE 2014/2020 o del FEG quali, a titolo meramente esemplificativo, la sperimentazione dell’Assegno di Ricollocazione, l’avviso Contratto di Ricollocazione donne con figli minori, il programma FEG per gli ex lavoratori Almaviva, il programma Garanzia Giovani, l’avviso Torno subito

Un suggerimento, prendetevi tutto il tempo necessario per scegliere l’Agenzia con cui realizzare il percorso. Non è una scelta affatto banale, anzi spesso può rilevarsi decisiva. Quindi sfogliate l’elenco dei soggetti accreditati, visitate il loro sito, verificate da quanti anni svolgono questa attività, telefonate e perché no, andate a parlarci. Certo questo approfondimento può risultare faticoso, ma come ben sapete trovare un lavoro è un impegno che richiede perseveranza ed entusiasmo!

“Chiunque cerchi con entusiasmo vero finirà per trovare ciò che cerca. Per questo è necessario aver rispetto e fiducia in sé e negli altri, perché dalla fiducia scaturiscono possibilità infinite”.

Altri articoli sullo stesso tema qui:  Al via il 4 settembre 2017 il Contratto di Ricollocazione "Generazioni" ; Giovani tra i 30 e i 29 anni senza lavoro da settembre un contratto di ricollocazione ; Bonus ed incentivi occupazionali per le aziende