Venerdì, 26 Maggio 2017 15:53

Per l’innovazione si comincia a sei anni

  • Condividilo su:

 

Dall’articolo del Sole 24 Ore Finanza a Mercati del 25 maggio 2017

Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia, non si stupisce di fronte al tema dell’impatto dell’innovazione sull’occupazione: “al di là dell'incremento della produttività, la tecnologia ha sempre permesso la creazione di nuove filiere produttive. Le quali, a loro volta, hanno dato la possibilità di rilanciare l’occupazione”.

Per ottenere questi risultati, secondo Cingolani, è necessario affrontare il tema della formazione culturale del cittadino. In primis è “fondamentale investire nella scuola primaria. Già dai sei anni i bambini devono iniziare ad avere un modello di apprendimento che comprenda, anche, la seguente logica di fondo: ho un problema devo trovare il modo per risolverlo [...]. E'  necessario arrivare a metabolizzare le nuove tecnologie, avendo in mente una società dove le innovazioni hi-tech consentono di creare, e migliorare, modelli di sviluppo sostenibili…

continua a leggere