Per Formare propone un corso di formazione gratuito a persone con una conoscenza di base in ambito Vendite e Marketing che tramite il corso potranno acquisire le competenze per proporsi sul mercato del lavoro nel ruolo di addetto alla gestione delle relazioni commerciali tra impresa e i propri clienti. Si tratta ci competenze a cui ci si riferisce  comunemente in termini di Customer Relationship Management  (CRM). 

Con il corso i partecipanti potranno acquisire ed applicare le teorie più attuali in ambito Vendite e Marketing utilizzando la piattaforma di CRM Neuron, “il CRM che crea e gestisce relazioni fra le persone”. Potranno inoltre mettere all'opera il bagaglio di conoscenze acquisito attraverso uno stage in una delle Aziende che hanno aderito al progetto.

 

Clicca sull'immagine per sapere di più


Il sistema CRM utilizzato per la didattica, Neuron, è ispirato ad un uso intuitivo e fortemente integrato con il canale social. Si integra perfettamente con i servizi di Google Contact, Calendar, Gmail e Drive, migliorando l'efficienza degli addetti V&M.

 

Il concetto cardine della edizione 2017 di 'Ecomondo' e 'Key Energy', che si svolgerà dal 7 al 10 novembre alla Fiera di Rimini, è "Più prodotto e meno rifiuto", con focus sull’economia circolare, come nuovo paradigma dell'economia green.

La Fiera avrà al centro l'efficienza dei processi produttivi e la riprogettazione dei materiali per renderli più durevoli, meglio riparabili e meglio riciclabili o valorizzabili a fine vita. Si farà il punto sulle criticità e lo stato di adozione della normative europee e nazionali del settore. Saranno inoltre presentate le priorità, le necessità e le opportunità della ricerca e dell'innovazione nella valorizzazione dei principali rifiuti industriali 'tecnici' e 'biologici' e nella riprogettazione dei prodotti e dei processi industriali. Uno spazio lo avrà anche l'adozione dei principi dell'economia circolare nelle città.

 

 

La Fondazione Bracco, con il Comune di Milano e l’incubatore milanese Speed MI UP (dell’Università Bocconi, di Camera di Commercio e del Comune di Milano), lanciano la seconda edizione del bando Start to be Circular, dedicato alle statup impegnate nell’economia circolare.

 

Possono partecipare al bando aspiranti imprenditori e startup già costituite aventi oggetto sociale coerente con i gli obiettivi del bando e/o che presentano un progetto avente rilievo di natura sociale.

 

Il Bando premierà 3 startup con:

- Premio di 10.000 euro complessivi, da dividere in parti uguali tra le prime due startup classificate per la costituzione della società o altri servizi accessori.

- Un percorso d’incubazione per ciascuna delle tre startup vincitrici presso Speed MI Up,.

 

Infine, attraverso un fondo di garanzia, le startup vincitrici potranno avere finanziamenti per un importo complessivo massimo pari a 90.000 euro.

 

Per saperne di più consulta l'allegato. 

Giovedì, 28 Settembre 2017 09:10

Rapporto ASviS 2017

 

Presentazione Rapporto ASviS 2017[1]

L’ASviS (Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile) ha presentato ieri a Roma il suo Rapporto 2017 “L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”. Il giudizio è molto drastico “L’Italia continua a non essere in una condizione di sviluppo sostenibile come definita dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata, il 25 settembre del 2015, dai 193 Paesi dell’ONU. E non sarà in grado di centrare né i Target da raggiungere entro il 2020, né quelli fissati al 2030, a meno di un cambiamento radicale del proprio modello di sviluppo.”[2] “Rispetto ai 17 SDGs, la situazione italiana presenta progressi, ma anche gravissimi ritardi, soprattutto nell’adozione di strategie fondamentali per il futuro del Paese, da quella energetica a quella per la lotta ai cambiamenti climatici.” [3] I 17 SDGs[4] sono gli obiettivi che le Nazioni Unite si sono fissati di raggiungere nei successivi 15 anni, quindi entro il 2030.

 

Tra i 17 SDgs, ci riguarda particolarmente il Goal 8: Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti. Il Rapporto mette in luce, a pag. 97, i target dei vari Goal che prevedono scadenze entro il 2020, e, a proposito del Goal 8, li riassume così:

“Entro il 2020, ridurre sostanzialmente la percentuale di giovani disoccupati che non seguano un corso di studi o che non seguano corsi di formazione”;

“Entro il 2020, sviluppare e rendere operativa una strategia globale per l’occupazione giovanile e l’attuazione del “Patto globale dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro””. 

 

Roma 28/9/2017

 


[1] Scarica il Rapporto in allegato

[2] Executive summary pag.1

[3] Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs):

Goal 1: Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo

Goal 2: Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

Goal 3: Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età

Goal 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti

Goal 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze

Goal 6: Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico sanitarie

Goal 7: Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni

Goal 8: Incentivare una crescita economica, duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti

Goal 9: Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile

Goal 10: Ridurre le disuguaglianze all'interno e fra le Nazioni

Goal 11: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

Goal 12: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo

Goal 13: Adottare misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici e le sue conseguenze

Goal 14: Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile

Goal 15: Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre, gestire sostenibilmente le foreste, contrastare la desertificazione, arrestare e far retrocedere il degrado del terreno, e fermare la perdita di diversità biologica

Goal 16: Promuovere società pacifiche e più inclusive per uno sviluppo sostenibile; offrire l'accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficaci, responsabili e inclusivi a tutti i livelli

Goal 17: Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

[4] Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile e i relativi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs nell’acronimo inglese), articolati in 169 Target da raggiungere entro il 2030.