Mercoledì, 13 Settembre 2017 06:00

Il mercato del Lavoro in Italia

 

Cresce l'occupazione, soprattutto a tempo determinato, in calo le trasformazioni dei contratti a termine in tempo indeterminato, flessione lavoro autonomo: mercato del lavoro, dati Istat.

PMI di Barbara Weisz - 13 settembre 2017

La ripresa del PIL in Italia si riflette sul mercato del lavoro: occupazione in crescita, inoccupati e inattivi in flessione, soprattutto fra le donne. Sono i dati ISTAT relativi al secondo trimestre 2017.  A fronte di una crescita del prodotto interno lordo pari allo 0,4% congiunturale e dell’1,5% su base annua, l’occupazione è aumentata nel periodo fra aprile e giugno dello 0,3%, che corrispondono a 78mila nuovi posti di lavoro rispetto al trimestre precedente.

Rispetto al primo trimestre, è aumentato soprattutto il numero dei dipendenti (+ 149mila unità, che significa in termini percentuali +0,9%), che però sono nella stragrande maggioranza dei casi (8 su 10) assunti con contratti a termine (+123 mila, +4,8%). Scende, invece, il numero di lavoratori autonomi, -1,3%, e sale il tasso di occupazione, +0,2 punti.

Per quanto riguarda il confronto tendenziale, quindi rispetto al secondo trimestre 2016, il numero degli occupati cresce dello 0,7%, anche qui con una netta preponderanza del lavoro dipendente (+2,1%), mentre è sensibile il calo degli indipendenti, -3,6%. L’aumento del lavoro dipendente è attribuibile per due terzi ai contratti a termine, in crescita gli occupati a tempo pieno, mentre nel part-time aumemta soprattutto la componente volontaria.

Il tasso di disoccupazione registra una flessione dello 0,4% congiunturale e di 0,6 punti tendenziali, con maggiore intensità per quello giovanile. Come detto, diminuisce anche il numero dei lavoratori inattivi, -0,1%, che riguarda soprattutto le donne, il lavoro nel Mezzogiorno, la fascia di età fra i 35 e i 49 anni.

L’aumento dell’occupazione non favorisce particolarmente la mobilità interna del mercato del lavoro: i passaggi dai contratti a termine al tempo indeterminato sono al 16,5%, dal precedente 24,3%, così come calano le transizioni dalla disoccupazione all’occupazione (-3,1 punti), con un incremento (+0,9 punti) limitato al passaggio dalla disoccupazione al tempo determinato.

Per quanto riguarda in particolare le imprese, aumentano dell’1,1% le posizioni lavorative dipendenti, sintesi della crescita sia dell’industria sia dei servizi. Le ore lavorate per dipendente crescono dello 0,2% congiunturale ma diminuiscono su base annua (-0,7%). Il tasso dei posti vacanti aumenta di 0,1 punti percentuali sul trimestre precedente, si registra una diminuzione dello 0,1% delle retribuzioni e dello 0,5% degli oneri sociali e, quale loro sintesi, un calo dello 0,2% del costo del lavoro.

 

 

Dal  6 al 10 settembre 2017 presso EUROMA2 è in corso l’ECO FAIR, il FESTIVAL DELLA SOSTENIBILITÀ.

Nell’ambito della ECO-FIERA  romana artisti, artigiani, start up, imprese innovative di settore presenteranno le proprie idee, le proprie aziende, proposte e buone prassi legate all’ambiente alle Federazioni e Associazioni che rappresentano il settore delle rinnovabili, del riciclo e dell’artigianato sostenibile.

All’interno della manifestazione, che si svolge presso il centro commerciale EUROMA2, alcuni imprenditori e produttori del mondo della ristorazione ed alcuni chef realizzeranno, con prodotti d’eccellenza,  alcuni piatti della tradizione mediterranea utilizzando quelli che comunemente  vengono considerati “scarti di cucina”. 

 

 

 

l’APS Futuro Digitale (Informagiovani del Comune di Cori) comunica che è in corso di svolgimento il progetto We Are One (WAO), un partenariato strategico Erasmus Plus (UK01-KA204-024478) dalla durata biennale che coinvolge associazioni, cooperative e autorità locali per studiare e migliorare le condizioni delle comunità immigrate ed emarginate, che si prefigge lo scopo di potenziare quegli operatori che lavorano quotidianamente con tali minoranze. Partner del progetto sono: Learn.Org.UkAwesome PeopleDRAMBLYS: Social Creativity LabAsociaciòn Intercultural Europea – Go Europe e Futuro Digitale.

 

Nello specifico, mediante moduli educativi comprendenti casi studio sull’islamofobia, il ruolo delle comunità musulmane e dell’Islam in Europa, ICTA e comunicazione digitale, cittadinanza europea, opportunità per i giovani e le piccole imprese nell’UE, WAO si propone di:

  • Favorire l’accessibilità a percorsi formativi di qualità, su misura per studenti adulti;
  • Migliorare le competenze digitali delle comunità marginalizzate o a rischio marginalizzazione;
  • Favorire un migliore approccio verso l’Europa e le sue istituzioni da parte delle minoranze, facendo comprendere anche il potenziale della “diversità” in seno alla stessa.

In merito a ciò, il prossimo appuntamento fondamentale del progetto sarà la formazione per gli addetti al settore, con la possibilità di incontrare personale competente, operatori e studenti provenienti da SveziaSpagna e Inghilterra. Il tutto si terrà a Leeds (Gran Bretagnadall’11 al 22 dicembre e sarà diretto da Learn.Org.Uk. Al termine della formazione, i partecipanti riceveranno un certificato spendibile nel mercato del lavoroFormazione, vitto e alloggio saranno gratuiti, il viaggio sarà rimborsato fino ad un massimale di 360 euro e al partecipante sarà garantita la tessera dell’associazione.

Per poter essere parte del progetto formativo, è necessario inviare entro il 15 settembre CV e lettera motivazionale in inglese a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

(Pubblicato su richiesta di Angelo Cioeta dell'Associazione "Futuro Digitale")

 

 

 

 

È partito ufficialmente il Contratto di Ricollocazione “Generazioni”, percorso di accompagnamento al lavoro rivolto a disoccupati/e e inoccupati/e under 40, residenti nella Regione Lazio. Qualche giorno ancora è invece necessario per procedere al caricamento delle domande sul sistema (via effettivo previsto per l' 8 settembre).

La misura di politica attiva, quindi del tutto gratuita, prevede oltre ad attività di orientamento e analisi delle competenze (24 ore), il percorso di accompagnamento intensivo al lavoro sia subordinato (da 36 a 93 ore), che autonomo (da 36 a 76 ore), ma anche formazione (da 30 a 100 ore per gli autonomi – da 30 a 150 ore per i subordinati) con l’attivazione di percorsi aggiornamento professionale e la possibilità di effettuare tirocini extracurriculari (durata da 1 a 3 mesi).

Per le aziende che assumono i lavoratori, iscritti al contratto di ricollocazione, è previsto un bonus occupazionale fino ad € 8.000 (clicca per visualizzare l’entità del bonus in rapporto alla tipologia del contratto e del monte orario settimanale).

Gli interessati potranno iniziare a inviare in via telematica la loro domanda di partecipazione con qualche giorno di ritardo rispetto alla prevista data del 4 settembre (per problemi tecnici il sistema resterà in manutenzione fino a giovedì 7 settembre) scegliendo una Agenzia per il Lavoro accreditata. 

L’adesione dovrà essere effettuata esclusivamente in modalità telematica, previa registrazione sul sito   http://www.regione.lazio.it/SistemaInformativoLavoro/home/  

I requisiti per aderire sono: essere residenti nel Lazio, avere un’età compresa tra i 30 e 39 anni, essere privi di lavoro. La misura è a “sportello” ovvero sarà attiva fino a esaurimento delle risorse disponibili (il CdR è attivo fino al 30 settembre 2019). Più in dettaglio i candidati dovranno indicare:

- di essere residente nel Comune di _______________ provincia ____; o se cittadino non comunitario: di essere in possesso di regolare permesso di soggiorno presso il comune di___________________ che consente attività lavorativa.

- di essere privo di impiego e o in cerca di prima occupazione; o in alternativa o in cerca di nuova occupazione;

- di non essere titolare di una P.IVA o in alternativa o di essere titolare della P.IVA n:_________________. In tal caso dichiara che detta P.IVA non è stata movimentata nei 12 mesi antecedenti alla data odierna;

- di non essere impegnato in altre misure di accompagnamento al lavoro realizzate con il finanziamento di programmi regionali o nazionali a valere sul POR Lazio FSE 2014/2020 o del FEG quali, a titolo meramente esemplificativo, la sperimentazione dell’Assegno di Ricollocazione, l’avviso Contratto di Ricollocazione donne con figli minori, il programma FEG per gli ex lavoratori Almaviva, il programma Garanzia Giovani, l’avviso Torno subito

Un suggerimento, prendetevi tutto il tempo necessario per scegliere l’Agenzia con cui realizzare il percorso. Non è una scelta affatto banale, anzi spesso può rilevarsi decisiva. Quindi sfogliate l’elenco dei soggetti accreditati, visitate il loro sito, verificate da quanti anni svolgono questa attività, telefonate e perché no, andate a parlarci. Certo questo approfondimento può risultare faticoso, ma come ben sapete trovare un lavoro è un impegno che richiede perseveranza ed entusiasmo!

“Chiunque cerchi con entusiasmo vero finirà per trovare ciò che cerca. Per questo è necessario aver rispetto e fiducia in sé e negli altri, perché dalla fiducia scaturiscono possibilità infinite”.

Altri articoli sullo stesso tema qui:  Al via il 4 settembre 2017 il Contratto di Ricollocazione "Generazioni" ; Giovani tra i 30 e i 29 anni senza lavoro da settembre un contratto di ricollocazione ; Bonus ed incentivi occupazionali per le aziende