Mercoledì, 18 Ottobre 2017 06:00

"QUA LA MANO" è la proposta di Per Formare per raccogliere la disponibilità delle aziende ad ospitare in tirocinio persone con disabilità

  • Condividilo su:

 

Il 6 ottobre è stato pubblicato il bando POR Lazio FSE 2014-2020,  Avviso pubblico numero G13625 del 06/10/2017, per la realizzazione di Tirocini extracurriculari per persone con disabilità.

A chi sono rivolti i tirocini?

I destinatari dei tirocini sono i soggetti appartenenti alle tipologie di cui all’art. 1 della Legge 68/1999 ed iscritti nell’elenco del collocamento mirato e precisamente:

  • persone con disabilità con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79%. Sono ricompresi in tale tipologia anche le persone con disabilità con handicap psichico e intellettivo indipendentemente dalla percentuale di disabilità (tipologia A);
  • tutti i destinatari previsti dall’avviso non ricompresi nella tipologia A (tipologia B);

 Quali sono le Aziende che possono candidarsi ad ospitare i tirocini?

Sono soggetti ospitanti le imprese, le fondazioni, le associazioni e gli studi professionali aventi almeno una sede operativa nel territorio della Regione Lazio, fermo restando quanto previsto dall’art. 1, co. 4, lett. b) della DGR 533/2017. La sede di realizzazione del tirocinio deve essere situata nel territorio della Regione Lazio.

Chi presenta i progetti di tirocinio alla Regione Lazio?

Possono presentare progetti per la realizzazione di tirocini extracurriculari oggetto del presente avviso i soggetti accreditati per i servizi al lavoro facenti parte dell’elenco regionale, pubblicato sul portale istituzionale della Regione Lazio all’indirizzo: http://www.regione.lazio.it/rl_lavoro/ e di cui all’Avviso “Manifestazione interesse per la costituzione di un elenco di soggetti proponenti la realizzazione di tirocini extracurriculari per persone con disabilità in età lavorativa.”

 

  La proposta di Per Formare, agenzia accreditata dalla Regione Lazio, si rivolge in prima battuta alle Aziende che intendono proporsi per accogliere lavoratori disabili in tirocinio. Poi si rivolge ai destinatari finali e li aiuta nella ricerca dell’Azienda ospitante, facilitando tutte le operazioni che seguono, da qui il nome della proposta "Qua la mano”.

Clicca sull’immagine per saperne di più